Museo delle Cere di Parigi: Incontro Ravvicinato con le Leggende

Museo delle Cere di Parigi: Incontro Ravvicinato con le Leggende
Museo delle cere Parigi: info utili, curiosità, indicazioni

Il celebre Grevin, situato nel cuore della capitale francese, rappresenta una delle attrazioni più affascinanti per i visitatori di ogni età. Quest’istituzione, fondata alla fine del XIX secolo, si distingue come uno spazio espositivo in cui la storia, l’arte e il divertimento si fondono attraverso la meticolosa arte della scultura in cera. All’interno di queste mura, gli ospiti sono invitati a passeggiare tra le sale tematiche dove possono ammirare figure di cera di personalità storiche, celebrità dell’arte, dello spettacolo, dello sport e della politica, tutte realizzate con un’incredibile attenzione ai dettagli che quasi sfidano la realtà. Oltre al suo aspetto educativo, il Grevin offre anche un’esperienza interattiva, consentendo ai visitatori di scattare fotografie accanto ai loro idoli o di partecipare a simulazioni che arricchiscono l’esperienza immersiva. In questo luogo unico, storia e contemporaneità si intrecciano, offrendo una finestra sugli uomini e le donne che hanno formato il passato e coloro che continuano a influenzare il presente.

Storia e curiosità

Il Museo Grevin fu inaugurato nel 1882 su iniziativa del giornalista Arthur Meyer e dell’artista Alfred Grévin, che desideravano creare uno spazio dove il pubblico potesse contemplare le effigie in cera delle personalità più eminenti dell’epoca, le cui immagini erano meno diffuse rispetto ai giorni nostri a causa della limitata circolazione delle fotografie. Il museo rapidamente guadagnò fama grazie alla qualità delle sue sculture e all’atmosfera teatrale delle sue sale, adornate in stile barocco, che contribuivano a creare un’ambientazione suggestiva per le figure esposte.

Tra le curiosità legate al Grevin, si narra che una delle ragioni del suo precoce successo fu la riproduzione della scena dell’assassinio del Presidente Abraham Lincoln, che catturò l’immaginario collettivo dell’epoca. Con il trascorrere degli anni, il museo si è costantemente aggiornato, aggiungendo sculture di personaggi contemporanei e sezioni interattive che hanno permesso di mantenere alto l’interesse del pubblico.

Elementi di particolare rilevanza all’interno del museo includono la Sala dei Miracoli, dove si possono ammirare figure di cera di icone religiose e mitologiche, e il Teatro Grevin, uno spazio ancora oggi utilizzato per spettacoli e presentazioni. Il Palazzo dei Miraggi, un’esperienza unica di suoni e luci, rappresenta un’altra attrazione peculiare del museo. Ogni figura di cera esposta viene realizzata impiegando diverse centinaia di ore di lavoro, e il museo si distingue per il suo impegno nel mantenere aggiornata la collezione, assicurando che i visitatori possano sempre trovare nuove personalità di spicco e scenografie aggiornate che riflettono i cambiamenti della società.

Museo delle cere Parigi: come raggiungerlo

Situato nel IX arrondissement, il celebre Grevin è facilmente accessibile attraverso diversi mezzi di trasporto. Per chi preferisce il treno, le stazioni ferroviarie più vicine sono Saint-Lazare e Gare du Nord, entrambe a breve distanza. Gli amanti della metro hanno a disposizione diverse opzioni: le linee 8 e 9 fermano alla stazione Grands Boulevards, a pochi passi dall’ingresso. Anche gli autobus offrono un comodo servizio, con le linee 20, 39, 48, 67, 74, 85 che transitano nelle vicinanze. Per coloro che giungono da altre città o nazioni, l’aeroporto Charles de Gaulle offre collegamenti tramite treno RER B fino alla stazione Gare du Nord, dove si può facilmente cambiare per la metro o prendere un autobus. Chi desidera un’esperienza più personale può scegliere il servizio di taxi o optare per un’auto a noleggio, sfruttando i numerosi parcheggi situati nei dintorni. Infine, per i visitatori che apprezzano una passeggiata, una camminata attraverso le vie di Parigi può essere un’incantevole premessa alla scoperta di questo tempio della cera.

Alessia Boccia