perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

IL SEQUESTRO DI CAPODANNO

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - italia domani

Avevano picchiato e sequestrato un ragazzo di 17 anni a Capodanno. Motivo? Il ragazzo non aveva comprato i biglietti a pagamento per una festa.
Identificati e fermati i colpevoli, adesso sono stati convalidati i fermi per tutte le persone coinvolte. Per Maicol Bevilacqua, 23enne di Assisi, Alberico Bevilacqua, 43enne di Mercato San Severino (Sa), Marco Bevilacqua, 36enne di Roma, Giacinto Ciotti 44enne di Bettona (Pg) e' stata disposta dal gip di Perugia la custodia cautelare in carcere, mentre per Gialuca Ascani, 38enne di Foligno sono stati decisi gli arresti domiciliari.
La squadra mobile di Perugia ha ricostruito minuziosamente i fatti.
Intorno alle 01:30 , in localita' Ospedalicchio, tale C.P., romano di 17 anni, insieme ad alcuni suoi amici, aveva avuto una violenta lite "con i componenti della nota famiglia Bevilacqua di Bastia Umbra".
Il fratello del "sequestrato", anche lui minore, ha raccontato agli agenti accorsi sul posto dopo la chiamata al 113 che il fratello minore era stato caricato a forza su un'Opel Meriva di grigia e portato via contro la sua volonta'. Dalle indagini e' emerso che tutto era nato dal tentativo di una 18enne della famiglia Bevilacqua di vendere alcuni biglietti falsi di una discoteca a due giovani di Bastia Umbra e un gruppetto di loro amici romani. Al rifiuto di acquistare i biglietti e' nato un litigio. Di li' a poco, pero', un parente della giovane, poi identificato per Marco Bevilacqua, con gli altri parenti ha intercettato il gruppo dei ragazzi romani a bordo di due auto e, dopo aver picchiato selvaggiamente alcuni di questi, hanno caricato in auto il minore, colpendolo con un cacciavite alla testa e causandogli una profonda lesione. Durante le concitate fasi del sequestro, i 5 uomini hanno strappato il telefono dalle mani del minore, intimandogli, come corrispettivo del rilascio, di essere condotti dove si trovavano tutti gli altri compagni del gruppo. Il sequestro e' durato un'ora circa con diverse telefonate tra il gruppo e alcuni familiari del minore. Il rilascio e' avvenuto alle 2.35 e la polizia ha accompagnato il 17enne in ospedale, raccogliendo la sua denuncia. La polizia ha quindi identificato e rintracciato in poche ore nella zona gli aggressori trovando anche marjuana ed eroina in casa di Ascani. Per tutti e' scattato il fermo disposto dal procuratore capo di Perugia Giacomo Fumu e dal sostituto Gemma Miliani.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]