perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Fcu/2, ipotesi e reazioni sull'incidente di Casigliano

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - italia domani

All’indomani dell’incidente che ha sconvolto la tranquillità della popolazione del piccolo centro di Casigliano, sembrano emergere inquietanti indizi di trascuratezza nella manutenzione della sede ferroviaria. Secondo i primi rilievi effettuati dalla Polfer e dalla Stradale, coadiuvati da esperti dell’ex FCU, la causa dell’incidente sarebbe da identificarsi nella scarsa manutenzione e nell’inadeguatezza tecnica della sede del ferro. Da questi primi rilievi emergerebbe che potrebbe essere stato il cedimento di una traversina in legno, causato forse dal freddo intenso di questi giorni, che avrebbe creato una alterazione della distanza tra le rotaie, la causa dell’incidente.
E infatti oggi, dopo la riapertura al traffico del tratto interessato, è dura polemica tra i sindacati e il Pdl, schierati contro la politica gestionale dell’ex FCU, oggi assorbita nella holding controllata dalla Regione, Umbria Tpl, e la stessa gestione della ferrovia rappresentata dall’assessore regionale ai trasporti Silvano Rometti.
In un intervista di ieri l’assessore Rometti sottolineava come, sotto la gestione regionale, siano stati fatti grandi investimenti per ammodernare e potenziare le infrastrutture e per aumentare la sicurezza, ponendo l’accento soprattutto sull’opera di eliminazione dei numerosi passaggi a livello incustoditi. Di diverso avviso i sindacati, le cui varie sigle, facendo fronte comune, sottolineano come gli interventi e i finanziamenti siano andati quasi esclusivamente nella direzione di uno svecchiamento del parco rotabili e che poco o nulla sia stato fatto per ammodernare l’armamento della sede ferroviaria e, cosa ancor più grave, che il settore della manutenzione sia carente non solo in termini di interventi, ma anche in termini di manodopera, con un ammanco rispetto alle necessità operative minime pari a più del 30%.
Ancor più duro l’intervento del consigliere regionale del Pdl Andrea Lignani Marchesani che sottolinea come la vicenda non vada trascurata poiché il bilancio sarebbe potuto essere ben più grave. Oltre a porre l’accento sulle carenze in fatto di manutenzione e sicurezza, l'esponente del Pdl sottolinea come, dall’ingresso di Fcu in Umbria Tpl, i fondi destinati alla ferrovia siano stati regolarmente dirottati verso altri settori della holding, portando ad esempio la recente “migrazione” di un milione di euro dalle casse della ferrovia al progetto di mobilità alternativa di Spoleto. "Sottolineai questo atto e i pericoli che da tale scelta potevano scaturire in un’apposita interrogazione” continua Marchesani. "L’assessore Rometti replicò che in un azienda unica i fondi vanno dove ce ne è bisogno al momento. L’incidente - conclude il consigliere regionale - dimostra come e quanto la Fcu avesse bisogno di quei fondi. Se la manutenzione delle ferrovie regionali deve seguire la sorte delle strade comunali e provinciali non c’è da stare allegri". (A. C.)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]