perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Raccordo Perugia-Bettolle

Pedaggio, la Cna Umbria annuncia nuove azioni di protesta per settembre e invita all'unità

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Si preannuncia una fine d’estate rovente sul fronte della protesta contro l’introduzione del pedaggio sul raccordo Perugia – Bettolle. Dopo la manifestazione Tir-lumaca dello scorso 24 giugno, che aveva visto circa 500 mezzi marciare al rallentatore sull’arteria stradale, Cna si prepara a nuove iniziative. “Dopo la bocciatura del ricorso presentato dalle Regioni Umbria e Toscana alla Corte costituzionale contro il pedaggio e in assenza di decisioni da parte del governo in favore, almeno, di una sospensiva del provvedimento, ci vedremo costretti a mettere in atto nuove iniziative di protesta”. Ad affermarlo è Roberto Giannangeli, direttore provinciale della Cna, che auspica un fronte comune contro lo spettro del pagamento che si abbatterà su imprese, residenti e turisti a partire dal gennaio 2012. “Chiederemo a tutti coloro che in questi mesi si sono pronunciati contro l’ipotesi di pagamento di unificare le forze, mettendo in atto iniziative congiunte. È necessario che le forze politiche ed economiche, le istituzioni locali e i cittadini esprimano con una sola voce la propria contrarietà all’introduzione di una misura che, torniamo a ripeterlo, rappresenterebbe un forte contraccolpo economico per un intero territorio, sprovvisto di infrastrutture moderne e di una viabilità alternativa e già toccato pesantemente dalla crisi economica. Chiederemo, soprattutto, un pronunciamento chiaro da parte di tutti i parlamentari eletti in Umbria, perché riteniamo determinante una loro presa di posizione per il raggiungimento dell’obiettivo. Ci auguriamo – ha concluso il direttore - di trovarli al nostro fianco in difesa degli interessi dei cittadini della propria regione”. (MT)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]