perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Operazione antidroga

Oltre 160 chili di marijuana sequestrati e due persone arrestate tra l'Umbria e il Veneto

La droga è stata rinvenuta tra Bastia Umbra e San Donà di Piave. L'enorme quantitativo di stupefacente, forse proveniente dai Balcani, avrebbe fruttato oltre un milione e mezzo di euro
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ammonta ad oltre 160 chili di marijuana il quantitativo sequestrato dalla squadra mobile di Perugia nell'ambito di un'operazione antidroga realizzata tra le regioni Umbria e Veneto, in collaborazione con il commissariato di Jesolo. L'indagine ha portato inoltre all'arresto di due persone, un uomo di origini albanesi, residente a Santa Maria degli Angeli, e un giovane pistoiese, fermati dagli agenti dopo che avevano lasciato in un garage di Bastia Umbra uno scatolone contenente 28 chili di marijuana. Attraverso un'analisi del sistema di navigazione del furgone, di proprietà del pistoiese, i poliziotti sarebbero riusciti a risalire ad un altro capannone industriale, nella zona di Musile di San Donà della Pieve. Nello stabile veneto, di proprietà di persone risultate estranee alla vicenda, sarebbe stato rinvenuto il restante quantitativo di droga, ossia gli altri 137 chili. Secondo gli inquirenti, per i quali gli oltre 160 chili di marijuana avrebbero fruttato oltre un milione e mezzo di euro, la droga potrebbe provenire dai Balcani. Intanto continuano le indagini volte a stabilire le effettive responsabilità in capo ai due fermati. (MT, fonti Ansa)  

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]