perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Tempo di crisi economica

899 le famiglie aiutate dalla Conferenza Episcopale Umbra

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nel corso dell’ultima riunione della Conferenza episcopale umbra (Ceu), tenutasi il 4 aprile a Castiglione del Lago, gli arcivescovi e vescovi hanno informato i coordinatori delle Commissioni regionali Ceu circa la situazione del Fondo di Solidarietà che le Chiese umbre hanno promosso a partire dal 29 marzo 2009 a sostegno delle famiglie colpite dalla crisi economico-finanziaria. Il Comm. Filippo Pupella, segretario generale del Fondo, a nome del vescovo presidente Ceu, mons. Vincenzo Paglia, e dell’intera Commissione di gestione del Fondo, ha relazionato sull’argomento. Nel corso dei due anni sono state effettuate due collette straordinarie nelle parrocchie dell’Umbria che, insieme ai contributi giunti da istituzioni bancarie, associazioni, privati, aziende, parlamentari, consiglieri regionali ed amministratori locali umbri, hanno permesso di raccogliere, alla data del 4 aprile u.s., ben 1.806.457,64 euro da destinare alle famiglie in difficoltà. Ad oggi sono stati impegnati 1.693.150,00 euro. Le pratiche evase in questi due anni (cioè le famiglie aiutate) sono state 899; 25 invece le pratiche sospese a quelle famiglie che hanno dichiarato che la situazione economica si è ristabilizzata. Significativo è il dato delle spese complessive per la gestione del Fondo: 95,52 euro per l’imposta di bollo e per le spese di gestione del conto corrente bancario. A queste spese a carico del Fondo vanno poi aggiunte quelle per l’acquisto di materiali per l’archiviazione delle pratiche, pari ad appena 403 euro (somma interamente sostenuta dalle otto Diocesi della regione) e quelle più consistenti per l’acquisto di carta, buste, spedizione delle lettere, fotocopie e telefono, per l’importo complessivo di 16 mila euro, cui però ha provveduto la Cassa di Risparmio di Spoleto. Lo stesso istituto di credito ha messo a disposizione anche il locale e gli strumenti tecnici per la Segreteria generale del Fondo. Insomma un bilancio estremamente positivo di questa esperienza e un sistema virtuoso nella gestione dei finanziamenti. Il vescovo mons. Vincenzo Paglia, nell’esprimere il ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato sia alla formazione che alla gestione del Fondo, si è augurato tuttavia che «l’intera regione trovi un sussulto di generosità per permettere la continuazione dell’aiuto». (MP)  

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]