perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Punti di vista/2

Perugia, l’inciviltà e la rozzezza delle scritte anticlericali

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Deturpare un muro (o una qualsiasi altra superficie: un treno, una copertura in plastica o simili), spalmarvi il proprio egocentrismo, la propria frustrazione e la propria maleducazione è sempre un atto di teppismo. Una inopportuna “dichiarazione d’amore” (del tipo: “Io e te tre metri sopra il cielo” o “Pucci 6 unica” e amenità varie) o un graffito che si vorrebbe una memorabile opera d’arte, sono sempre vandalismi che sfregiano il volto di una città, dei suoi palazzi e dei suoi monumenti, rendendola sporca, rovinandone l’immagine tanto per i residenti quanto per i turisti. Senza contare gli ingenti costi - rigorosamente a carico della comunità - necessari per ripulire.

Alla stupidità si aggiunge ulteriore insensatezza, inciviltà e rozzezza, quando poi il messaggio che si lascia è offensivo, irriverente, perfino blasfemo. A Perugia da qualche settimana pare si stia affermando la squallida moda di scritte anticlericali. Giorni fa è toccato alla chiesa in piazza dell’Università, violentata con una scritta cubitale: “La chiesa illumina solo quando brucia”, cancellata dopo le denunce dei giornali.

Non è purtroppo l’unico caso, anzi. Basta andare, solo per citare un altro caso, nella centralissima Piazza Danti per leggere un altro nobile pensiero: “Qual è il vizio più deprecabile? Tutte le virtù canoniche”. Rigurgiti anticlericali? Disprezzo della Chiesa e dei credenti? Teppismo blasfemo, “mangiapretismo” in ascesa o cos’altro? Nell’incertezza, due punti fermi: la maleducazione e la mancanza di rispetto e la quasi certezza che nessuno di questi vandali, anche quando si esercita in pieno centro, non sarà mai chiamato a pagare e a ripulire. La Polizia Municipale, solerte nelle multe agli automobilisti, non riesce a cogliere in flagrante nessuno?

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]