perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Castori e Romizi (Pdl): "No all'esternalizzazione delle mense scolastiche"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

I consiglieri comunali del Pdl di Perugia, Andrea Romizi e Carlo Castori, hanno presentato un atto di indirizzo che impegnerebbe la Giunta comunale - se accolto - ad accantonare l’ipotesi di esternalizzazione del servizio mensa delle scuole dell’infanzia e primarie, poiché questa, a conti fatti, si renderebbe oltre modo gravosa per il Comune, per i genitori e per i bambini. Nel dispositivo dell’atto gli esponenti pidiellini chiedono inoltre che siano garantiti e valorizzati gli aspetti pedagogici e le finalità educative legate al “tempo mensa”, con particolare attenzione alle scuole di metodo, come le scuole ad indirizzo Montessori, e che siano assicurati un maggiore coinvolgimento degli organi collegiali e dei dirigenti scolastici nella effettuazione di importanti scelte di politica scolastica che altrimenti rischiano di essere marginalizzati. Castori e Romizi, inoltre, sollecitanol’amministrazione comunale a fornire precisa informazione su quella che sarà la rimodulazione delle fasce Isee e quindi il relativo impatto sulle tariffe attualmente sostenute dalle famiglie. Secondo gli esponenti, infatti, la cd. esternalizzazione, sia parziale del solo personale che completa del servizio è palesemente più gravosa sotto il profilo economico rispetto a quella diretta e porterebbe ad una qualità del servizio certamente inferiore a fronte di maggior costi. L’analisi comparativa tra gestione diretta ed esternalizzata proposta dal Comune, in riferimento ai criteri squisitamente economici seguiti, ed alla assoluta mancanza di dati certi, appare ipotetica - secondo gli esponenti del Pdl - e quindi inattendibile nelle sue misurazioni, anche perché nella stima del “costo unitario pasto” correlato alla gestione esterna del servizio non si apprezzano importanti voci di spesa, quali “acquisto derrate alimentari” (influente a bilancio per 1.342.209 euro), “personale cucina” (bidelle cuoche) per euro 2.033.698 ed altre voci come “spese varie” per euro 44.401; “prodotti pulizia” costo influente per euro 19.335; “costi per utenze acqua ed energia” per circa euro 105.267. Vale a dire che lo studio realizzato dai tecnici comunali trascurerebbe un conto di circa 3,5 milioni di euro di cui il Comune, in riferimento alla gestione esterna, nella redazione del suo studio comparativo, non avrebbe tenuto conto.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]