perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Promozione dell’Umbria

Sapori del Lago, alla riscoperta di un pezzo dell’eccellenza umbra

L’assessore Cecchini:“Ciò che dobbiamo promuovere dell’Umbria è l’Umbria stessa”
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Si è tenuta ieri pomeriggio al ristorante “Il Battibecco”, la conferenza voluta e organizzata da Lorenzo Mariani, direttore regionale di Confcooperative-Fedagri, intitolata “Sapori del Lago, sapori dell’Umbria”.

All’incontro sono intervenuti il professor Angelo Frascarelli, docente della Facoltà di Agraria, Fernanda Cecchini, assessore regionale all’Agricoltura e alla pesca interna e Aurelio Cocchini, presidente della cooperativa “Pescatori del Trasimeno”.

Ad aprire la conferenza è stato Lorenzo Mariani, che, dopo aver ringraziato gli ospiti presenti, ha subito precisato come la conferenza sia stata volutamente tenuta al ristorante “Il Battibecco” proprio perché la riscoperta e la valorizzazione dei prodotti ittici e agrari del territorio umbro, non fosse percepita come un qualcosa di astratto e distante dalla realtà.Al contrario ha subito precisato che il patrimonio ittico-agrario umbro rappresenta un importante valore aggiunto per la cultura regionale, ma anche un’ottima opportunità per poter risolvere sfide presenti e future volte al rilancio economico, e non solo, del territorio Umbro.

“Quella presentata” – prosegue Mariani – “è la terza fase di un progetto complessivo iniziato nel 2010 che ha coinvolto come destinatari prima gli operatori delle strutture ricettive, quindi le amministrazioni locali ed ora vede la volta della ristorazione. Il trait d’union del progetto è stato in tutte e tre le fasi quello della valorizzazione di una produzione alimentare così ricca di cultura, passione, folclore e tradizione nelle tavole del nostro territorio regionale”.

Mariani ha sentitamente ringraziato le istituzioni, soprattutto regionali e provinciali per l’ottimo esito della collaborazione stipulata, ma ha anche sottolineato il momento di particolare debolezza e difficoltà della presente situazione economica.

Ancor di più, ha dichiarato Mariani, risulterebbe inconcepibile non investire sul territorio in un momento “decisivo” come quello che la regione sta vivendo in questi ultimi anni.

Nel dettaglio Mariani ha sottolineato come i giovani, un tempo disaffezionati e disinteressati ai duri mestieri del pescatore e dell’agricoltore, stiano sempre più spesso rivolgendosi alle cooperative ittiche in cerca di uno sbocco lavorativo. Tra le intenzioni del progetto, oltre a creare occupazione e ricchezza nella regione, si vuole anche puntare a una sensibilizzazione di albergatori e ristoratori affinché concedano maggior spazio ai prodotti della pesca e dell’agricoltura regionali, premiando e ampliando in tal modo la cosiddetta filiera corta, ormai sempre più attuale e diffusa anche a livello nazionale.“Avevamo scoperto che in 200 strutture agrituristiche presenti nella sola area del Lago Trasimeno” – prosegue Mariani – “solo una decina proponeva nei propri menù pietanze a base di pesce di lago. Questa era senz’altro una contraddizione rispetto alla natura stessa delle strutture agrituristiche quale volano per le tipicità del territorio”. “Oggi” – prosegue Mariani – “vogliamo coinvolgere direttamente i ristoratori e in particolare quelli delle aree non lacustri, con i quali vogliamo andare a stringere rapporti di comune interesse per far gustare ai propri avventori prelibate ricette a base di pesce di acqua dolce”.

I successivi interventi del sindaco di Corciano, Nadia Ginetti, e dell’assessore regionale all’Agricoltura e pesca interna, Fernanda Cecchini, oltre a confermare il  pieno appoggio al progetto “Sapori del Lago,Sapori dell’Umbria”, hanno anche posto l’accento sulla questione occupazionale, sul fatto che i finanziamenti non sono mancati anche da parte dell’Unione Europea, e infine sull’importanza di non sminuire il nostro patrimonio regionale.

E proprio l’Assessore Cecchini ha sottolineato come “la pesca nel Trasimeno appartenga alla tradizione dell’Umbria e, contrariamente a quanto si crede, il pesce lacustre è di elevata qualità sia per le proprie qualità organolettiche che salutistiche”.  Infine ha concluso il suo discorso dichiarando: “Ciò che più possiamo promuovere dell’Umbria è l’Umbria stessa, con il suo immenso patrimonio paesaggistico, culturale e naturalistico”. Un obiettivo condivisibile.

Il Sito di Perugia vi ripropone anche i momenti salienti della conferenza nel servizio da noi realizzato per gentile concessione di Confcooperative-Fedagri, e del Ristorante il Battibecco di Corciano.

(per la Redazione Alessandro Cenusa)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]