perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
La mostra

Ottimo bilancio per “Kawthoolei”, la mostra perugina sul popolo Karen

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

“Non sono un fotografo professionista e non mi interessa la tecnica, le foto servono a raccontare storie e queste, raccontano la storia del popolo Karen” così si è espresso Fabio Polese, l’autore della mostra fotografica “Kawthoolei”, svoltasi a Perugia dal 2 al 17 marzo, quando lo abbiamo incontrato nella ex Chiesa di S. Maria della Misericordia dove si è tenuto l’evento. “Sono molto soddisfatto, più di mille persone hanno conosciuto i Karen e l’attività della Comunità Solidarista Popoli che dal 2001 porta aiuto concreto nelle zone di guerra della Birmania orientale”. In questi territori, è in atto il conflitto più lungo al mondo, i Karen combattono contro il regime birmano dal lontano 1949 per mantenere le proprie specificità di popolo. “Credo che le foto – ci dice Polese – riescano a parlare e a far comprendere le situazioni, molto meglio di mille parole. Anche in questo mondo perduto…”. “Voglio ringraziare – continua il giovane reporter perugino - l’assessorato alla cultura e alle politiche sociali del Comune di Perugia per aver patrocinato questo importante evento, con l’auspicio che sempre più spesso si parli dei popoli oppressi che sono costretti a combattere per ottenere la libertà e, soprattutto, per mantenere viva la loro identità e le loro tradizioni". “Queste genti – conclude Polese - che ad una visione superficiale sembrano molto lontane da noi, hanno tanto da insegnarci; chi in questi giorni ha conosciuto il popolo Karen, ora non ha scuse, può e deve sostenerli”.(LV)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]