perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Omicidio Meredith Kercher

L'udienza si apre con una lettera del direttore del servizio di polizia scientifica Piero Angeloni

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nuovo appuntamento, questa mattina, con il processo ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito, accusati dell'omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. É il giorno dei periti, il secondo, durante il quale Carla Vecchiotti e Stefano Conti risponderanno alle domande delle parti e dei loro consulenti, dopo le conclusioni sulla perizia del Dna cui sono giunti i due. Ad aprire l'udienza è stata però la lettera inviata dal direttore del servizio di polizia scientifica, Piero Angeloni. Parole, quelle scritte da Angeloni e riportate da fonti Ansa, volte a dare risposta alle affermazioni dei due periti nella passata udienza, durante la quale i due esperti, nominati dalla Corte d'assise d'appello di Perugia su richiesta delle difese dei due imputati, avevano dichiarato la non correttezza delle procedure seguite per l'acquisizione e l'analisi dei reperti, e quindi la non attendibilità dei risultati ottenuti. Nella missiva il direttore del servizio di polizia scientifica ha dichiarato come i laboratori e gli uffici siano dotati di certificati di qualità, sottolineando a testimonianza la presenza di “252 documenti prescrittivi e audit condotti da società specializzate esterne anche di livello europeo”. “La scientifica – ha scritto ancora nella lettera Angeloni – è dotata di un sistema informatico di tracciabilità dei reperti, le apparecchiature tecniche sono d'avanguardia e il personale ha esperienza pluriennale”. “Mai in passato – ha quindi concluso – sono stati avanzati rilievi di tale natura, che in questa sede investono l'operato della polizia scientifica”. (MT)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]