perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
(In)sicurezza del capoluogo

Valentino (Pdl): "La situazione del centro storico di Perugia è intollerabile"

Duro attacco dell'opposizione di Palazzo dei Priori
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

La misura è colma. O almeno così pare. Il Pdl al Comune di Perugia attacca Boccali con una forte presa di posizione del capogruppo Valentino. "Ci dispiace e vorremmo che quello che sta succedendo sotto i nostri occhi non fosse vero, ma purtroppo non è cosi: è tutto vero. 

Oramai è diventato un leit-motiv. Tutti parlano e scrivono sul centro storico di Perugia, televisioni locali che dedicano trasmissioni intere sui suoi problemi e giornali locali che tutti i giorni intervistano il Sindaco Boccali.

Vorrei - scrive Valentino - essere una mosca per sapere quello che il Sindaco Boccali dice nelle riunioni  del tavolo del Comitato  Sicurezza e Ordine pubblico... Vorrei essere una mosca per sapere se il Sindaco sa che ormai l’ordine e la sicurezza per i Perugini è diventato un optional. Gli episodi successi in Città in questi ultimi giorni fanno sì che tantissimi Perugini si chiedono come mai Perugia è cambiata così tanto. Le risse  sono all’ordine del giorno, Perugia è diventata  terra di saccheggio dei nuovi vandali, ormai è sotto gli occhi di tutti come è diventata la Città negli ultimi anni, una Perugia che non ha confini di quartiere per reati che ogni giorno avvengono inogni dove.

 Sicurezza - continua Valentino - è una parola che oramai corre sulla bocca dei Perugini, una parola che a macchia d’olio si allarga dal centro storico ai quartieri. I Perugini hanno bisogno di sentirsi sicuri quando camminano per strada, hanno bisogno di sentirsi sicuri nei propri quartieri, hanno bisogno di sentirsi sicuri nelle proprie abitazioni.

La città di Perugia vive, ormai incessantemente, in uno stato di allarme a causa della necessità di sicurezza dei cittadini. Si moltiplicano le iniziative  di quartieri che chiedono maggior interventi da parte delle forze dell’Ordine. Moltissimi quartieri sono oggi del tutto in mano agli spacciatori, ai trafficanti, ai delinquenti di ogni risma, che fanno il bello e il cattivo tempo, con tutto il contorno che ne deriva. La situazione del Centro Storico è ben nota a tutti,  senza tornare poi sulle note centrali dello spaccio, sulla inagibilità dei parchi di Perugia appena fa buio a causa della presenza di personaggi  impegnati in chissà quali loschi affari. In questa situazione è del tutto inutile continuare a cercare responsabilità solo nelle forze dell’ordine, che fanno quotidianamente il loro dovere, ma che trovano un muro di gomma nell’operato di tutte le altre istituzioni. L’Amministrazione Comunale ha il dovere di rendersi parte attiva delle politiche per la sicurezza della città. Non è concepibile approvare il libero accattonaggio in tutta la Città, favorendo in questo modo lo sfruttamento di minori e garantendo anche il racket delle questue. Il Sindaco, nella sua qualità di membro del Comitato provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, ha il dovere di portare su quel tavolo proposte concrete, misure precise e determinate, ordinanze e delibere puntuali. Non è possibile lasciare interi quartieri della nostra città completamente abbandonati a loro stessi, nonostante le forti proteste di residenti e commercianti. Non è ulteriormente tollerabile che interi quartieri siano diventati dormitori dove alloggiano solo persone legate all’ambiente dello spaccio della droga o della prostituzione. Il Comune deve farsi parte attiva nel contrastare questo fenomeno, promuovendo politiche capaci di rendere più difficile possibile continuare l’esercizio di questi traffici, impiegando la Polizia Municipale per quei compiti che potrebbe benissimo assolvere in proprio o con l’ausilio degli altri Corpi di Polizia. Ad esempio, effettuare frequenti controlli sui contratti di affitto e sulla corrispondenza delle residenze anagrafiche registrate con l’effettiva presenza all’interno dell’appartamento in alcune zone della città, farebbe emergere il quasi certo mercato degli affitti alle prostitute e agli spacciatori che arricchisce alcuni disonesti e getta interi quartieri in mano alla criminalità. E a tutto ciò potrebbero essere preposti i vigili urbani, alla stregua di quanto già fanno in occasione dei cambi di residenza dei cittadini comuni. E le proposte possono essere mille altre.

Il problema della sicurezza a Perugia è reale, il Pdl da tempo chiede alle amministrazioni locali di non limitarsi ai convegni, alle parole, ma di applicarsi realmente, in quanto moltissime scelte politiche, urbanistiche, sociali possono influenzare la sicurezza di un’area e dell’intera città.

Il Comune - conclude Valentino - su questo fronte è assente e assolverlo non aiuterà a risolvere il problema". (LV)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]