perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Al via www.mistakeproject.com

NASCE MISTAKE, IL PRIMO SITO IN UMBRIA CHE UNISCE E-COMMERCE DI QUALITA’ E PROMOZIONE DEL TERRITORIO

Ampio spazio ai giovani, alla creatività e alle nuove imprese
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

 

E’ on line da oggi, all’indirizzo www.mistakeproject.com, il portale Internet che ha l’obiettivo di valorizzare l’e-commerce di qualità e la promozione del territorio facendo leva sull’autenticità, l’originalità e l’artigianalità dei prodotti e dei servizi offerti nonché l’attenzione al cliente.

Mistake nasce da un’idea di Luca Rufini, che ha potuto realizzarla nell’ambito del bando di concorso “Progetto Idee” indetto dall’AUR, l’Agenzia Umbria Ricerche, rivolto ai giovani portatori di nuove idee imprenditoriali.

Grazie all’Aur –ha detto Luca in occasione della conferenza stampa di presentazione del portale questa mattina- ho potuto svolgere, nel 2010, un periodo di formazione all’interno della redazione londinese di Time Out Magazine per studiare la fattibilità di una promozione alternativa per la regione Umbria, basata sulle persone e sul loro carattere. Da questa esperienza ho avuto l’idea di Mistake (dall’inglese errore), un portale che fa riferimento all’accezione positiva del termine, perché spesso dall’errore nasce la creatività.”

Ciò che contraddistingue Mistake è un concetto nuovo di e-commerce, che non è solo vendita, ma promozione delle eccellenze di un territorio a 360 gradi. Per questo, all’interno del sito, si trovano prodotti e servizi creati da giovani designer, artisti, artigiani, musicisti, esperti di turismo e sport. Insomma, tutto quello che si potrebbe trovare all’interno di un concept store metropolitano, Mistake lo propone comodamente online.

Attualmente sono sette i negozi on line su Mistake, ma si conta di arrivare a ventiquattro nel giro di poco, una vetrina di giovani cervelli umbri (per il momento), in grado di unire l’innovazione e l’originalità al meglio della tradizione regionale. Si va, dunque, da Guide in Umbria che propongono percorsi alternativi e inediti per conoscere la città e la regione, all’Urban personal trainer Matteo Paolucci che punta su un servizio di fitness urbano, in cui l’attività fisica viene svolta negli spazi pubblici della città anzichè in palestra, da Music Box, negozio di dischi in vinile, mai passato di moda, agli occhiali artigianali creati da Sandro Gonnella nel suo negozio Ozona di Via dei Priori, all’artigianato grafico-artistico di Semiserie, piccolo laboratorio folignate come folignate è il negozio di abbigliamento vintage, Vintage Room, fino a Mondo Fragile, negozio ideato da Silvia Pelliccia, che realizza abiti e accessori ispirandosi ai quadri.

Il portale avrà anche la funzione di “blog collettivo” curato dagli inviati di Mistake che, girando l’Italia, andranno alla ricerca di curiosità e tendenze, ma anche di persone che “sbagliando” hanno trovato o stanno trovando la propria strada. Inoltre, all’interno del blog ci saranno rubriche divertenti e di tendenza, tra queste, due saranno curate da donne che racconteranno in chiave rock la loro esperienza di donne in carriera e di madri.

Mistake, come detto in apertura, è un progetto cofinanziato dalla Regione Umbria, dall’Agenzia Ricerca Umbra, dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dall’Unione Europea.

I progetti presentati nell’ambito di Progetti Idee –ha precisato la dottoressa Anna Ascani, Direttore dell’AUR- sono stati 59 e ne sono stati finanziati 28. Dopo un’esperienza all’estero i ragazzi ideatori di questi progetti hanno aperto un’impresa nel nostro territorio, grazie anche ad un piccolo contributo regionale di massimo 25mila euro. Il progetto, complessivamente, è costato 300mila euro e non solo ha portato alla nascita, in Umbria, di 12 nuove imprese ma è stato preso come esempio di buona prassi a livello europeo.”

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]