perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Terni

Prendevano la pensione sociale in Italia, ma vivevano all'estero: denunciati 15 stranieri

La guardia di finanza scopre l'ennesima frode allo Stato
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

La guardia di finanza ha denunciato 15 stranieri, che hanno indebitamente riscosso assegni sociali per un totale di circa 150 mila euro. Tutti nati in paesi come il Marocco, l’Albania, la Tunisia e la Romania, ma formalmente residenti da anni a Terni e provincia, usufruivano della prestazione assistenziale che lo Stato eroga ai cittadini ultra sessantacinquenni in situazioni di disagio economico, purché residenti abitualmente ed effettivamente in Italia. Le fiamme gialle, incrociando dati e informazioni, hanno però scoperto che i 15 non vivevano affatto sul territorio nazionale, ma si trovavano tutti all'estero, mentre le fittizie residenze italiane risultavano essere o immobili disabitati, o comunque luoghi in cui gli stranieri erano per lo più sconosciuti. Dai dati forniti dalle aziende sanitarie locali sarebbe risultato inoltre che i quindici tornavano in Italia solo in concomitanza di cure medico-sanitarie, riuscendo ad usufruire dei servizi delle strutture pubbliche a costo zero, grazie all'esenzione ticket spettantegli per l'esiguità dei redditi dichiarati. Ma solo dichiarati. Infatti, i 400 euro mensili di pensione sociale erogati dall'Inps non spiegherebbero i frequenti prelievi di somme di denaro, accreditate tramite gli sportelli automatici di alcuni istituti di credito situati all’estero, operazioni queste emerse dall'acquisizione dei dati bancari dei 15 stranieri esaminati dalla Guardia di Finanza. In capo ad uno dei finti residenti ternani sarebbero addirittura risultati beni immobiliari per un valore di oltre 700 mila euro. Gli accertamenti delle fiamme gialle sono stati segnalati all’Inps, che procederà al blocco delle erogazioni assistenziali e all'avvio delle procedure di recupero delle somme indebitamente percepite.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]