perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Delibera della giunta regionale

Vinti: "La Regione stanzierà 385 mila euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche"

I fondi copriranno il 6 per cento degli interventi sul territorio
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

La giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore con delega alle Politiche per la casa Stefano Vinti, una delibera che prevede lo stanziamento di circa 385 mila euro del bilancio regionale per interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati. La delibera contiene, inoltre, quelli che saranno i criteri che dovranno essere seguiti per la ripartizione dei fondi tra i vari comuni umbri interessati da interventi di questo tipo. “Le Regione – ha dichiarato l’assessore Vinti – potrà finanziare solo il 6 per cento delle richieste, visto che dal 2002 dal Governo nazionale non vengono erogati finanziamenti alle Regioni ai sensi della legge 13/89, e i soli contributi che possono essere ripartiti tra i Comuni sono quelli del finanziamento regionale introdotto con la legge regionale 19/2002”. “Il fabbisogno complessivo per l’Umbria – si legge in una nota della Regione – ammonta a 9 milioni 331 mila 663,86 euro, compresi i fondi stanziati dallo stesso ente regionale. Ciò significa che verrà richiesto al ministero per le Infrastrutture un contributo di cinque milioni e mezzo di euro". Gli interventi che dovranno essere realizzati sull’intero territorio umbro saranno in totale 1217, a cui si devono aggiungere i 13 in fase di completamento. In particolare, nella provincia di Perugia le domande sono 931 più 12 interventi da portare a termine, mentre nel ternano sono 286 più un solo intervento da completare. La situazione sul territorio umbro, varia ovviamente da zona a zona. Nei comuni di Terni e Spoleto contano rispettivamente sei e due domande in giacenza dal 2004 per un totale di 47 mila 448,45. La maggioranza dei comuni registra meno di 10 domande in attesa di contributo, presentate dal 2009 ad oggi, mentre un gruppo di comuni (Assisi, Bastia Umbra, Citta' della Pieve, Citta' di Castello, Corciano, Deruta, Foligno, Gualdo Tadino, Gubbio, Marsciano, Montefalco, Norcia, Panicale, Perugia, S. Giustino, Spoleto, Todi, Umbertide, Acquasparta, Narni, Orvieto e Terni) ha oltre 10 domande in giacenza dal 2005. "Una minoranza di Comuni invece - è detto ancora nella nota - non ha speso i contributi assegnati nei precedenti anni pur avendo domande in attesa di riceverli". “Sulla base di quanto accertato – ha spiegato l’assessore Vinti - ho avanzato la proposta di esaurire le domande, in attesa dal 2004, dei comuni di Terni e Spoleto, per un totale di 47 mila 448,45 euro”. “Il rimanente ammontare dei fondi, consistente in 338 mila 151,55, verrà assegnato prioritariamente ai comuni con almeno 10 domande in attesa di contributo, in proporzione al loro fabbisogno complessivo, dal momento che risultano essere anche i comuni con maggior tempo di attesa delle richieste rimaste ancora inevase”. “I residui fondi – ha concluso Vinti – saranno ripartiti destinandoli per gli interventi da completare, eventuali rimanenze ai comuni secondo il numero delle domande e l'anno di giacenza delle stesse e infine di non finanziare per il 2011 i Comuni con residui non spesi. (MT)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]