perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Perugia-Chieti, il giorno dopo

Grifo, una vittoria nel segno della tradizione

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Il Perugia conferma la sua tradizione positiva nei confronti del Chieti e, nel giorno dell’esordio casalingo nel campionato di Lega Pro Seconda Divisione (ex C2), si impone per 4-2 sugli abruzzesi.

Dopo 3’ i biancorossi erano subito in vantaggio, grazie ad un colpo di testa di Gucci, subito replicato dalla pregevole doppietta di capitan Clemente. Sul 3-0 all’intervallo i grifoni si rilassano, concedendo in apertura di ripresa la rete di Berardino (3-1), che infila il portiere umbro Giordano (prelevato dalle giovanili del Celtic, e all’esordio quest’oggi) con un micidiale diagonale all’incrocio. Ma gli uomini di Battistini tengono saldamente in mano le redini della gara e dopo solo una manciata di giri d’orologio Ferri Marini mette la gara in sicurezza (4-1), andando a segno anche lui dopo i due compagni di reparto. Inutile la seconda rete della bandiera siglata al 76’ da Lacarra, da una posizione quasi identica alla precedente.

Qualsiasi considerazione sulla gara odierna, non può non partire dalla constatazione che dopo sole due partite di campionato i grifoni hanno messo a segno la bellezza di cinque reti, subendone però ben quattro! Decisamente troppe per una squadra partita con i favori del pronostico. Come già visto ad Aversa, la manovra si conferma fluida e spumeggiante in fase offensiva, ma i problemi in difesa, a questo punto, non possono più definirsi occasionali. Giordano, promosso a titolare, non ha commesso errori clamorosi, ciononostante non è apparso troppo sicuro di sé in più di una circostanza. Ma soffermarsi su quest’aspetto sarebbe ingeneroso e significherebbe far passare in secondo piano le molte luci emerse da una partita dominata da cima a fondo. Il Perugia è stato convincente ed anche divertente, avendo saputo far valere l’evidente divario tecnico con gli avversari. Per finire una breve considerazione su Clemente, anche oggi tra i migliori. A memoria, in anni recenti, non ricordiamo un attaccante del Grifo che dopo due giornate aveva realizzato tre marcature. Che sia lui il bomber tanto atteso dalle parti del Curi? L’uomo capace di garantire quei 18-20 gol a stagione quasi sempre indispensabili per condurre un campionato al vertice? L’ultimo fu Marco Negri, ormai una quindicina di campionati orsono. Se son rose fioriranno … , intanto sotto con la trasferta infrasettimanale di Melfi dalla quale, inutile nasconderlo, ci si aspetta la necessaria conferma anche in campo esterno.

(Matteo Bruno)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]