perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
La proposta politica

Dall'Idv parte la raccolta firme per l'abrogazione della legge elettorale

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

“Anche l'Umbria ha il suo Porcellum”. Commenta così Oliviero Dottorini, capogruppo dell'Italia dei Valori in Consiglio regionale, la decisione avanzata dal suo partito di promuovere una raccolta firme per l'abrogazione della legge elettorale. “È bene ricordare – ha spiegato in proposito Dottorini - che da noi c'è una legge elettorale che prevede la nomina di sei consiglieri su diciannove, quelli della coalizione di maggioranza, sottraendoli alla scelta dei cittadini”. “Già nella passata legislatura – ha proseguito il capogruppo dipietrista - avevamo avanzato una proposta finalizzata a disinnescare gli effetti perversi del listino dei nominati restituendo la possibilità di scelta agli elettori, ma con motivazioni tecniche assolutamente pretestuose venne allontanata anche questa possibilità, consegnandoci un testo che ha molto a che vedere con il famigerato 'Porcellum', e poco a che spartire con un moderno strumento democratico di scelta dei rappresentanti dei cittadini nelle istituzioni”. “La nostra proposta - ha poi spiegato il capogruppo Idv - avrebbe restituito agli elettori la possibilità di scegliere fra candidati, confermando il bipolarismo, garantendo la governabilità ed un giusto equilibrio tra le province di Perugia e Terni”. “Ma evidentemente – ha concluso Dottorini - aveva un limite insormontabile: quello di non garantire postazioni di privilegio ad alcuno”. (MT)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]