perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

La cerimonia

Città di Castello, il nome del colonnello Gildoni all'area del Loggiato ex Bufalini e alla piazza antistante

Il militare era stato ucciso in servizio nel 2009. Un anno dopo il presidente Napolitano lo aveva insignito della medaglia al valore militare. Presenti i familiari, le autorità locali, militari e il vescovo della diocesi tifernate
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

“Un omaggio della città verso il gesto di nobiltà umana e civile di un proprio figlio”. È questo il commento di Luciano Bacchetta, sindaco di Città di Castello, a margine della cerimonia con la quale l'area del Loggiato ex Bufalini e la piazza antistante sono state intitolate al colonnello dei carabinieri, Valerio Gildoni, morto in servizio il 17 luglio 2009. Il militare di stanza a Nanto, in provincia di Vicenza, perse la vita a seguito di un colpo di fucile sparato da un anziano che si era barricato all'interno della propria abitazione. Già nel maggio del 2010 il colonnello era stato insignito della medaglia al valore militare da parte del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e da oggi il suo nome entrerà a far parte a tutti gli effetti della storia del comune tifernate. Alla cerimonia di questa mattina, durante la quale sono state scoperte le due targhe della piazza e del loggiato recanti il nome del militare, sono intervenuti il comandate dei carabinieri, generale Leonardo Gallitelli, quello interregionale, generale Stefano Orlando, i familiari di Gildoni e i vertici umbri dell'Arma. Presenti anche il prefetto di Perugia, Enrico Laudanna, e il vescovo della diocesi di Città di Castello, Domenico Cancian. (MT)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]