perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Processo Kercher

La famiglia di Metz: "Sarà difficile perdonare, vogliamo solo giustizia. Amanda e Meredith non erano amiche"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

E’ stato Pierluigi Puglia, dell'ambasciata britannica, ad aprire la conferenza stampa della famigia di Meredith, una famiglia che sta aspettando che vengano puniti gli eventuali colpevoli dell’assassinio della loro cara: "Vogliamo stare vicini alla mamma, al fratello e alla sorella di Meredith. Il mio ruolo è quello di far passare queste ore alla famiglia nel modo più tranquillo possibile - ha detto Puglia – e dopo questa conferenza stampa non c'è l'intenzione di fare interviste. Hanno bisogno di trascorrere le prossime ore in maniera tranquilla". A parlare è stata poi la sorella di Metz, che ha ricordato come “siano passati quattro anni ormai e non riusciamo ancora a trovare la verità. Io voglio solo ricordare Meredith come era". Il pensiero è andato poi all’altro processo, quello che ha condannato Amanda e Raffaele a 25 e 26 anni di reclusione: “Nel precedente processo il giudice ha emesso una sentenza in un documento di 500 pagine, in Inghilterra non hai tutte queste informazioni e per questo penso che la giustizia italiana sia molto buona". La sorella di Metz ha poi aggiunto: "Penso che sarà molto difficile perdonare, è stata uccisa in un modo così brutale. E' terribile, per noi. E' veramente difficile capire cosa è successo quella notte senza sapere la verità, ed è quello a cui vogliamo arrivare". La mamma di Meredith invece ha voluto, in un breve intervento, dichiarare: “Amanda è arrivata a Perugia all'inizio di ottobre, Meredith è stata uccisa ai primi di novembre. Andavano a due diverse università. Meredith stava studiando italiano, aveva preso tutti i gradi degli esami di lingua, parlava molto bene. Anche per questo frequentavano amici diversi, non uscivano insieme. Abbiamo bisogno di capire cosa è successo a Meredith. Per avere un po' di giustizia per lei”. Anche loro sono in ansia per la sentenza di questa sera.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]