perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
La nota politica

Il carcere di Capanne all'attenzione della terza commissione

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Anche il carcere di Capanne è stato oggetto d'attenzione della terza commissione che, ieri, attraverso, un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale del Pd, Francesco Mearini, sulla situazione generale dell'istituto penitenziario perugino. Mearini ha sottolineato la necessità palese di trattare l'argomento soprattutto alla luce delle recenti proteste dei sindacati di polizia penitenziaria e della recente visita di alcuni consiglieri comunali al carcere di Capanne. La situazione è stata indicata da Mearini come grave e intollerabile. Mancanze nelle condizioni igieniche, nella sicurezza e nei progetti riabilitativi per i detenuti sono solo una minima parte del problema. Il sovraffollamento delle carceri e le pessime condizioni di lavoro degli agenti di custodia hanno portato, anche recentemente, a numerosi casi di suicidio tra le guardie carcerarie. Inoltre il consigliere Mearini ha critcato duramente anche le riduzioni di bilancio operate dai governi nazionali a discapito del comparto carcerario, e gli sprechi connessi a una pessima gestione delle risorse. In questo contesto ha specificamente indicato l’attuale governo come reo di aver sprecato ingenti capitali per il progetto dei “braccialetti” da utilizzare per i condannati ai domiciliari. Ha poi corretto il tiro dopo una puntualizzazione del consigliere Leonardo Varasano (Pdl), che ha sottolineato come tale spreco non sia imputabile all’attuale governo ma che il progetto dei “braccialetti” fù voluto dal governo Prodi. Puntualizzazione in seguito alla quale Mearini si è detto disponibile a modificare il testo per togliere il riferimento all’attuale governo, riconoscendo che le mancanze che ci sono state in tale progetto sono da imputarsi sia al governo Prodi che all’autorità giudiziaria, che sembra essere refrattaria all’utilizzo di detti dispositivi, preferendo la misura di custodia carceraria. Infine Mearini ha sostenuto che l’attenzione alla situazione delle carceri sia tanto più importante alla luce della recente candidatura di Perugia a capitale europea della cultura. A quest’ultima affermazione ha risposto il consigliere comunale Udc Mauro Cozzari, che si è detto sconcertato dal fatto che a quanto emerso dall’esposizione di Mearini, l’ordine del giorno in discussione sarebbe stato proposto solo alla luce della candidatura di Perugia come capitale europea della cultura, e non per le esigenze effettive della situazione del carcere di Perugia. Cozzari ha poi dichiarato di essere disponibile a votarlo a condizione che non resti solo una bella dichiarazione di intenti, ma che prefiguri l’adozione di misure certe ed efficaci per risolvere i problemi della struttura di Capanne. A fargli eco è stato il consigliere Varasano che ha apertamente chiesto a Mearini se il sindaco Boccali intenda "sostenere e rendere effettiva l’iniziativa per portare a miglioramenti concreti”. Sull’onda della questione sollevata da Varasano, il consigliere Mearini ha chiesto e ottenuto la sospensione dell’ordine del giorno, e posticipare la ripresa dei lavori a quando saranno presenti sia i rappresentanti sindacali della polizia penitenziaria, che la direttrice del carcere di Capanne, perché possano esporre essi stessi le problematiche e per concordare con essi delle strategie adeguate. (Alessandro Cenusa)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]