perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Cambio ai vertici

Fidimpresa Umbria: tempo di nuove nomine nel Cda

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Consiglio di amministrazione rinnovato per Fidimpresa Umbria, il consorzio fidi regionale di emanazione della Cna. Ad essere eletto ai vertici del gruppo è stato Giancarlo Cardinali, presidente di un'impresa di trasporto persone e di Acapa Sulga, consorzio di circa 60 imprese di trasporto persone che annovera oltre 150 addetti. Al suo fianco l'imprenditore orvietano, Claudio Cavalloro, titolare di un’impresa meccanica di precisione collegata con altre realtà produttive che compongono un gruppo con oltre 40 addetti che lavora nell’ambito dell’Hitech, in particolar modo quello collegato alle telecomunicazioni. Tra i nuovi membri del Cda anche Dino Dezi, Giuseppe Barcaroli, Flaminio Flavi, Emanuele Pitisci e Mario Riccioni. “Il nostro obiettivo – ha commentato il neopresidente Cardinali – è quello di proseguire quanto iniziato nel 2007 con la fusione delle cooperative di garanzia, rilanciando la struttura nei confronti delle piccole imprese e l’artigianato, mettendo mano a un programma di potenziamento dei servizi e delle strutture in un momento in cui è forte il bisogno di contrastare l’alto costo del denaro, l’insufficienza di liquidità aziendale e il sostegno a piani di riposizionamento strategico delle imprese”. Fidimpresa Umbria associa oltre 11mila piccole imprese, in stragrande maggioranza artigiane. Al 31 dicembre 2010 lo stock di garanzie prestate ai propri soci è stato pari a 72milioni di euro, con un volume di finanziamenti concessi nell’anno pari a 57.400.000 euro a fronte di 1184 pratiche garantite, riferite quasi esclusivamente a finanziamenti a medio/lungo termine. Le sofferenze registrate nel corso del 2010 sono state pari al 4,4%, valore inferiore alla media dei Confidi del Centro Italia e nettamente al di sotto del tasso di sofferenze del sistema bancario per le imprese artigiane operanti nel Centro Italia, che è pari all’8%, confermando dunque pienamente l’ormai consolidata capacità di selezione del merito creditizio che contraddistingue l’attività di Fidimpresa. Fidimpresa Umbria rientra nell’ambito dei Confidi cosiddetti “106 strutturati”, con un assetto organizzativo che, componendosi di 21 addetti specializzati, garantisce capillarità e prossimità all’impresa diffusa sull’intero territorio regionale, nonché professionalità e competenza nel servizio reso alle imprese socie che va ben al di là della mera garanzia. La difesa del radicamento territoriale e del rapporto privilegiato con le imprese, il supporto alle politiche di sviluppo e di sostegno in condizioni di crisi, il presidio del mercato, la qualità raggiunta con la selettività del portafoglio di garanzie in essere, la diversificazione del rischio, l’efficienza e l’efficacia gestionali sono i principali obiettivi ai quali la struttura dedica quotidianamente il proprio impegno. “Siamo convinti – ha dichiarato Luigi Quaglia, presidente uscente di Fidimpresa nonché presidente di Cna Umbria - che con strutture sane come questa sia possibile interagire nella costruzione di quel sistema regionale di garanzia pubblico/privato a cui da tempo si sta lavorando e di cui saranno protagonisti Gepafin, il sistema bancario umbro e i confidi categoriali”. (MT)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]