perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Rifiuti

Regione Umbria: 9 milioni di euro per impiantistica

Obiettivo: ridurre conferimenti in discarica
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ammontano a 9 milioni di euro le risorse da Fondi Fas da ripartire tra gli Ambiti territoriali integrati (ATI) umbri per lo sviluppo dell’impiantistica di trattamento e recupero dei rifiuti urbani. I criteri di  riparto tengono conto della ricognizione degli impianti pubblici o privati da realizzare o potenziare per completare il ciclo di gestione dei rifiuti urbani. Ciò in base alle previsioni contenute nei Piani d’Ambito e nel Piano regionale per la gestione dei rifiuti, con particolare attenzione alla dotazione dell’offerta impiantistica e quindi della rete delle strutture a supporto della raccolta differenziata, degli impianti dedicati al trattamento della frazione organica e del verde, degli impianti di pretrattamento del rifiuto residuo e di quelli di smaltimento finale.

“In questa fase – spiegano dall’Assessorato all’Ambiente della regione– si è ritenuto opportuno intervenire sul potenziamento e sullo sviluppo dell’impiantistica di trattamento e recupero delle frazioni provenienti dalla raccolta differenziata,  così  da  massimizzare il recupero di materia e di energia e da ridurre le quantità di rifiuti da  smaltire in discarica.In coerenza con le disposizioni del PAR-FAS i fondi  - ha aggiunto- serviranno a finanziare  nuovi impianti o a potenziare impianti di proprietà pubblica.”

Secondo i criteri individuati dalla Giunta regionale, dei 9 milioni di euro,  500mila andranno all’ATI 1 come cofinanziamento (pari al 20% del costo totale per 2milioni 500 mila euro) alla realizzazione di un  nuovo impianto di compostaggio a Città di Castello, in località Belladanza. Un milione 300mila euro di cofinanziamento (pari al 50% del costo stimato di progetto per 2.600 mila euro) servirà per realizzare un impianto di trattamento e recupero dei rifiuti da spazzamento stradale, da realizzare a Ponte Rio,  nell’ATI 2, per il riciclo di materiali inerti recuperabili anche in misura superiore al 70% del rifiuto. Le risorse residue, pari a  7 milioni 200 mila euro, andranno a sostenere la realizzazione di nuovi impianti di digestione anaerobica nei tre ATI (1, 2 e 3) che ne sono sprovvisti (nell’ATI 4 è infatti già stato realizzato un impianto  da privati).

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]