perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
Warning: Creating default object from empty value in taxonomy_term_page() (line 33 of /var/www/pressflow/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc).

tunisini

Warning: Creating default object from empty value in taxonomy_term_page() (line 33 of /var/www/pressflow/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc).

CRONACA

Droga, scoperti “spacci” in due appartamenti della città

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nella mattinata di ieri personale della Squadra Mobile ha svolto un’operazione antidroga per contrastare sia il minuto spaccio che sia la media distribuzione di sostanze stupefacenti in piazza della Pomposa e nella cintura del centro storico.

CLANDESTINI

Cie: nuovo tentativo di fuga. Cinque arresti

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nella notte i Carabinieri della Compagnia di Modena, in servizio presso il centro di identificazione ed espulsione di via Lamarmora, hanno arrestato cinque ospiti, tutti tunisini.

 

CRONACA

Violenze sessuali ripetute e rapine, arrestati due tunisini

Immagine articolo - Il sito d'Italia

I Carabinieri di Modena sono riusciti a tratte in arresto due cittadini tunisini, che negli ultimi tempi si erano resi protagonisti di svariate e ripetute violenze sessuali ai danni di alcune prostitute, che avevano anche rapinato.

 

IL CASO

Policlinico senza incubatrici, gemelli spediti in 3 città diverse

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Troppi gemelli in arrivo: il reparto di Neonatologia del Policlinico di Modena non riesce a far fronte all'improvvisa ondata di bambini. Si tratta sicuramente di un caso isolato e di un sovraffollamento inaspettato, ma il disagio per le famiglie è evidente.

 

IMMIGRAZIONE IRREGOLARE

Cie, rimpatriati oggi 14 tunisini

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Tra rivolte e tentativi di fuga, il centro di identificazione ed espulsione di Modena risolve da oggi alcuni dei suoi problemi di affollamento, che sicuramente concorrono a creare il clima di forte tensione che si respira nella struttura di via Lamarmora.

 

Occupazione abusiva

Sgomberati 4 tunisini da un'abitazione di proprietà demaniale

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Dopo aver sfondato la porta e preso possesso dell'abitazione, da qualche giorno alcuni nordafricani irregolari vivevano tranquillimante in un appartamento di proprietà demaniale in Via San Niccolò.

Figline valdarno

Tre arresti per spaccio di droga. Un pusher urla e si denuda

Immagine articolo - Il sito d'Italia

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Figline Valdarno (Firenze) hanno arrestato ieri sera tre tunisini, per spaccio di sostanze stupefacenti.

DROGA

Due tunisini in manette, sorpresi a confezionare eroina

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Purtroppo non si tiene ormai più il conto degli immigrati tunisini, provenienti da Lampedusa, fermati a Modena perchè sorpresi in attività illecite. Ieri è toccato a due trentenni, dediti allo spaccio di eroina.

IMMIGRAZIONE

Da Lampedusa a Modena, 24 immigrati in un dormitorio abusivo

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ventiquattro cittadini stranieri, quasi tutti tunisini, accampati nei locali di un ex stabile industriale in via De Gavasseti, sono stati scoperti e fermati questa mattina da agenti della Polizia municipale e della Polizia di Stato, intervenuti grazie alla segnalazione di alcuni residenti che avevano notato da alcuni giorni uno strano andirivieni di persone nelle ore notturne.

TRAGEDIA A SPILAMBERTO

Due ragazzi tunisini annegano nel Panaro

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Un tranquillo pomeriggio sul greto del fiume si trasforma in tragedia. E' successo ieri intorno alle 16.30, a Spilamberto lungo il corso del fiume Panaro. Due ragazzi tunisini, di 14 e 17 anni hanno perso la vita, annegando nelle acque del fiume dove stavano facendo un bagno.

Sistemazione abitativa

La Lega solidale con i rifugiati etiopi, somali ed eritrei

Immagine articolo - Il sito d'Italia

">"Esprimo solidarietà ai rifugiati somali, eritrei ed etiopi che sono scappati dalla guerra e che, a differenza dei tunisini, non hanno avuto la sistemazione abitativa adeguata promessa. Queste persone, infatti, a differenza dei tunisini, sono state costrette ad allestire una tendopoli nei pressi della Fortezza da Basso".

Operazioni di controllo

Un arresto e cinque denunce: il bilancio delle operazioni condotte dai carabinieri nelle ultime ore

Immagine articolo - Il sito d'Italia

I carabinieri hanno arrestato, a Perugia, una donna italiana di cinquant'anni con l'accusa di aver rubato dei video giochi all'Ipercoop di Collestrada, per un valore di circa 300 euro.

San Lorenzo

Dalla Tunisia a Sollicciano, passando per Lampedusa

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Lo scorso 20 marzo erano sbarcati a Lampedusa, scappati dai disordini, erano arrivati sulle sponde italiane senza documenti. Non avevano avuto il tempo di prenderli, i due giovani tunisini di 26 e 21 anni, dovevano pensare a salvare la pelle.

furto

Arrestati due tunisini ladri di biciclette

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nel tardo pomeriggio di ieri, una donna ha segnalato al 113 il furto della sua bicicletta da parte di due magrebini avvenuto in via del Seminario; gli agenti inviati sul posto hanno subito iniziato una battuta di ricerca nella zona circostante, intercettando prima uno dei due ladri in via Filzi, con addosso un martello e uno scalpello, poi il suo collega, scoperto poco dopo nella galleria comme

Sgominata una banda di ladri tunisini nel deposito di Porta al Prato

Magrebini alla ricerca dell'oro rosso

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Continuano i furti di rame, metallo prezioso ritenuto ottimo conduttore di elettricità. L'altra notte, gli uomini della polfer coordinati dal dottor Vincenzo Spinosi, hanno sgominato una banda di quattro tunisini. Gli uomini, tutti irregolari, si erano introdotti nel deposito ferroviario di Porta al Prato e mentre stavano già predisponendo il trasporto di 80 chili di rame, sono arrivati gli agenti a rovinargli la festa. Al mercato nero il rame è quotato 6 euro al chilo. Il ricercatissimo materiale dopo essere sguainato dai cavi, viene rivenduto a compiacenti ricettatori.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]