perugia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Motocross Mx1 e Mx2

Felice Compagnoni e Michele Cervellin vincono a Gioiella la seconda prova del Campionato italiano

Parziale delusione per i piloti umbri, il migliore Pagliacci
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nemmeno la pioggia, caduta nel finale della gara conclusiva, ha rovinato la splendida giornata di sport sul crossodromo “Vinicio Rosadi” di Gioiella, dove è andato in scena il secondo atto del Campionato Italiano di Motocross delle classi MX1 e MX2 con le vittorie andate rispettivamente, al laziale Felice Compagnone e al veneto Michele Cervellin entrambi su Honda.

Le manifestazione, organizzate dal moto Club Trasimeno di Castiglione del Lago, si è svolta davanti a una buona cornice di pubblico e non è stata avversata da nessun incidente di rilievo.

Al via della prima gara della classe regina è il trentino Lorenzo Pedri (Honda) il più veloce allo starter, con in scia Alessandro D’Angelo (Kawasaki) e il toscano Marco Maddii (KTM), ma già al primo passaggio sotto la tribuna dei cronometristi, le posizioni si sono sostanzialmente modificate, con il solo Pedri che resiste in testa alla gara, anche se poco dopo, è costretto a dare strada allo scatenato emiliano Matteo Bonini (Kawasaki) che una volta passato al comando della corsa, non mollerà più fino la bandiera a scacchi.

Alle sue spalle si sono dati battaglia il veneto Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha) e i laziali Felice Compagnone (Suzuki) e Daniele Bricca (Honda) che termineranno nell’ordine. Gara da dimenticate per il beniamino locale Alessandro Pagliacci (Honda) che partito malissimo è stato protagonista di un buon recupero, pagando però lo sforzo nel finale, tanto da chiudere sedicesimo.  Meglio del piegarese ha fatto il magionese Ivo Lasagna (KTM) che con il tredicesimo posto assoluto è risultato il primo dei piloti della categoria Over 21.

Nella seconda Frazione è ancora Bonini a scattare per primo e prendere saldamente il comando delle operazioni, con tutti i migliori ad inseguirlo. In questa circostanza è partito bene anche Pagliacci che rimarrà a lungo in terza posizione, prima di cedere alla distanza e chiudere sesto. La corsa sembra ormai chiusa, con il battistrada che vanta oltre dieci secondi di vantaggio su Compagnone e ancor di più su Dami e Bricca, ma quando mancano duecento metri all’arrivo, in fondo al discesone, l’emiliano ha un contatto con un doppiato, cade, la sua moto si spegne e non riesce a riavviarla, chiudendo così ultimo. La vittoria va quindi a Compagnone che si aggiudica anche la classifica di giornata, Secondo termina Dami e terzo Bricca che rafforza la leadership della classifica di campionato.

Nella MX2 fantastica doppietta del giovane Michele Cervellin che dopo aver vinto una combattuta gara uno ha dominato la seconda frazione. Nella prima manche, grazie a uno spunto eccezionale è il lombardo Matteo Aperio (KTM) a condurre la gara nella fase iniziale, ma poi cede il passo, prima al corregionale Samuel Zeni (Yamaha) e quindi al  giovane veneto Michele Cervellin (Honda) che una volta al comando ha controllato la corsa fino a cogliere una splendida vittoria. Alle sue spalle si è piazzato il veneziano Stefano Pezzuto (Suzuki) e il già citato Aperio. Sfortunato il fratello del vincitore, Andrea Cervellin (Suzuki) che aveva dominato entrambe le menche a Montevarchi, infatti, prima è caduto mentre era nel gruppo di testa e poi ha avuto problemi meccanici tanto da terminare intorno alla ventesima posizione. 

Nella seconda manche è Roberto Lombrici (TM) il più lesto all’abbassarsi del cancelletto di partenza, ma subito dopo cede il comando della gara a Pezzuto che conduce per quattro tornate, prima di essere superato da Michele Cervellin, il quale si trascina dietro anche il fratello Andrea. I due controllano la corsa fino la bandiera a scacchi e precedono, in un convulso finale, Lombrici che completa il podio.  Nella classifica di campionato Andrea Cervellin guida la categoria elite, mentre il fratello Michele quella della Under 21.

Da ricordare che nella giornata di sabato si è tenuto un evento promozionale, riservato ai ragazzi con età compresa fra i 7 e i 14 anni, denominata “Porte Aperte al Motocross” organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana in collaborazione con la FX Action e il Moto Club Trasimeno. All’evento hanno partecipato 75 giovanissimi che per la prima volta, seguiti da istruttori federali, sono saliti su una mini moto da cross e hanno potuto effettuare alcuni giri su un circuito ricavato all’interno del crossodromo. Alla fine della giornata attestati e foto ricordo per tutti.

 

Il prossimo appuntamento sul circuito di Gioiella è per il 27 e 28 aprile con il Campionato Europeo classe 85 c.c.

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazioneperugia@ilsitodiperugia.it